I nostri viaggi di studio

Non ci sono dichiarazioni politiche e dei programmi, ma le persone che mantengono la gemellata in vita. Pertanto, i cittadini di Bad Tölz guidano insieme a Vichy e San Giuliano.

 
E quindi vengono i cittadini delle città gemellate a noi. Cosi è per anni. Queste pagine ne riportano.
 
 
 

Viaggio dei Cittadini 2015 a la nostra città gemellata San Giuliano Terme

Fare un viaggio a una delle nostre città gemellate - o San Giuliano Terme o Vichy -durante nostre ferie di pentecoste e già diventato una bella tradizione. Quest´anno l´associazione per la promozione del gemellaggio ha di nuovo organizzato un viaggio agli amici in Toscana.

Il presidente dell'associazione e guida Martin Englert aveva elaborato un programma interessante per i partecipanti. Il focus era - senza dubbio - l'accoglienza calorosa dal sindaco Sergio di Maio per noi »Tölzer« presso il municipio della città gemellata. Nel suo discorso di benvenuto, lui ha sottolienato che »I Tölzer sono come membri cari della nostra famiglia che non vogliamo perdere«.

Per l´accoglienzea molto cordiale i partecipanti hanno ringrazatio con una stemma della città ed un contenitore con nostro »elisir di una vita lunga« - vuol dire: Birra di Reutberg. Anche hanno parlato delle attività in futuro delle due città gemellate. La prossima azione comunitaria prendere deve essere il Triathlon di Bad Tölz dove partecipano qualche atleta di San Giuliano. Anche lo scambio di alcuni sport come il calcio, la pallavolo e il nuoto deve aver luogo. Durante la festa di San Leonhard i cittadini di San Giuliano desideranno di pare ancora una visita di ritorno a Bad Tölz.

Naturalmente sono obbligatori una visita alla città vicina Pisa e un breve viaggio al mare. Abbiamo anche fatto un'escursione all'area protetta dei Monti Pisani dove abbiamo imparato la diversità della flora e la fauna mediterranea. Con uno snack presso il centro civico della riserva naturale ci siamo riposati.

Un importante punto di riferimento per noi è stata la visita al monumento dei crimini di guerra nazisti alla fine del 1944. Gli abitanti si sono salvati dal esercito tedesco in ritirata nel nord di La Romagna sono fuggiti sulle montagne vicine di La Romagna. Qui, erano stati trovati dalle SS e 69 persone sono state uccise - perche erano dati per partigiani. Intere famiglie sono state assassinate. Englert ha sottolineato nel suo discorso che non si può tornare indietro la ruota della storia. Questo era un capitolo di storia tedesca - purtroppo l'aspetto più triste.

Ma il nostro compito è quello di vigilare e di fare tutto il possibile per assicurare che la storia non si è ripetuta. Le città gemellati internazionale vogliono contribuire a questo. La delegazione di cittadini di Tölz ha deporrata un mazzo di fiori sul monumento.

Siena è stata visitata in un'escursione. A causa della loro stile architettonico medievale Siena è una delle più belle città della Toscana. Qui è il luogo di nascita di Santa Caterina, la patrona d´Italia. Oltre alla imponente cattedrale naturalmente il Campo è stato una attrazione particolare per noi. Qui ogni anno nel mese di agosto il famoso Palio (che è oggetto di alcune proteste) a luogo fra le 17 contrade di Siena.

Dal coltivatore di olivi Baroni, a Rigoli abbiamo imparato la coltivazione delle piante di olivo e la produzione olio d´oliva. Lui ha spiegato le differenze tra le descrizioni del nome "extra vergine".

Come ringraziamento per la accoglienza calorosa, i Tölzer hanno invitati i loro amici ad una »Brotzeit« (snack) bavarese nella sala della Pubblica Assistenza. Come una grande sorpresa il titolo di membro onorario del Tölzer Stadtepartnerschaftsverein aveva concesso al ex direttore del consorzio turistico di San Giuliano, Roberto de Angelis con un documeno magnifico.

Nel suo discorso in lingua italiana Englert parlava delle prestazioni speciali di de Angelis. Egli fu un pioniere del partenariato 12 anni fa. Anche la cura delle escursioni dei citadini gemellati era sempre molto importante per l´onorato. Come cacciatore, de Angelis mantiene anche buone relazioni con i Tölzer cacciatori.
Profondamente commosso, de Angelis gradivi l'onore. Egli ha ringraziato tutti cittadini di Bad Tölz per questo onorificenza e era molto lieto del attestato di benemerenza artisticamente configurato dal artista Marsilius.

Con la certezza che il gemellaggio è vivo, e che questa escursione ha continuato ad approfondire i rapporti tra i cittadini di San Giulano Terme a Bad Tölz sono tornati i Tölzer in Baviera.

(Trad.: Marlies Jochner)


 
 

I cittadini di Bad Tölz hanno fatto un viaggio a Vichy (Auvergne) dal 26 Giugno al 2 luglio 2012.

Eravamo un piccolo gruppo (16 partecipanti) e siamo partiti presto alle ore 5:00 di mattina da Bad Tölz. Abbiamo avuto un pullman molto comodo della ditta «Tölzer Autoreisen». Il nostro primo autista è andato fino a Karlsruhe. E ´stato poi sostituito dal nostro «tuttofare» Sigi, che ha fatto l´autista per noi in Francia.

Il viaggio ci ha portato attraverso la periferia di Monaco a Stoccarda. Qualcuno ha fatto un pisolino prima di mangiare e bere nelle aree di servizio. Da Karlsruhe si è andati a sud, accompagnati dalla Foresta Nera e dalle montagne dei Vosgi in lontananza, poi abbiamo attraversato il Reno nei pressi di Mulhouse e finalmente abbiamo raggiunto la Francia. Quindi verso sudovest direzione di Vichy, la nostra città gemellata; dopo 14 ore siamo arrivati al nostro albergo «Midland». Qui Bernard, il nostro compagno per i prossimi giorni, era in attesa di noi.

Poiché quasi tutti lo conoscevamo, il saluto è stata molto affetuoso. Dopo la distribuzione delle camere abbiamo goduto insieme di una cena deliziosa insieme.

Il giorno successivo, Mercoledì 27 giugno,
è stato annunciato un tour della città con Bernard. Abbiamo fatto una passeggiata al sole attraverso la città vecchia e il quartiere termale di Opera e di sorgenti, dove abbiamo anche preso un assaggio della fonte Celestin. Durante la pausa per il pranzo alcuni sono andati attraverso il parco sull´Allier, che qui è stato arginato. Nel pomeriggio abbiamo visitato il centro sportivo. Qui abbiamo visto il luogo della manifestazione con il Leone di Tölz dove ci sarà il festival di musica «Vents de film» il 30 Giugno, non lontano dal palazzetto dello sport Pierre Coulon: una celebrazione per il 150° anniversario della «Société Musicale de Vichy».

Giovedì 28 giugno
siamo andati nella zona circostante di Vichy. Volevamo vedere Charroux, un villaggio con i vecchi edifici, che abbiamo raggiunto dopo una lunga deviazione (queste autostrade!). Abbiamo sentito parlare della storia antica del luogo, di senape e di altri prodotti. Poi siamo andati a una degustazione di vini presso il vigneto di Denis Barbara vicino a Saint-Pourcain. Poiché il tempo è stato molto afoso siamo rimasti soddisfatti di aver potuto visitare la cantina fresca, soprattutto perché erano stati preparati anche degli stuzzichini. Denis ci ha raccontato molto dettagliatamente e con entusiasmo del suo vino. La degustazione del vino rosso e bianco era eccellente. Bernard traduceva sempre volentieri.

Poi siamo andati alle corse dei cavalli all´ippodromo di Vichy-Bellerive, dove alcuni hanno anche vinto qualcosa. Finalmente la sera franco-bavarese ha avuto luogo al ritrovo del gruppo folcloristico locale "Vichy et ses Sources". Per questa sera avevamo portato la nostra birra, salsiccia, prosciutto e altre prelibatezze. Qui abbiamo incontrato tra gli altri Bruno Besson, che conoscevamo già, perché lui era già stato a Bad Tölz. Anche con suo figlio Valentin potevamo parlare abbastanza bene in tedesco. Lui ci ha comunicato l´ultimo risultato di calcio - era semifinale! E ´stata una serata fruttuosa - solo che è stato così caldo! Davanti alle porta è stato possibile rinfrescarsi un po´, dove numerosi rondoni svolazzavano. Le altre sere i cittadini di Vichy scacciano gli storni e i cornacchi con mortaretti.

Venerdì 29 giugno
abbiamo fatto una gita a l´Auvergne, dove era previsto un picnic. In primo luogo abbiamo visitato il mulino di carta di Richard de Bas a Ambert. Questo luogo è conosciuto per il suo eccellente formaggio,che alcuni di noi hanno acquistasto. La vecchia cartiera - ancora attrezzata con i vecchi oggetti per vivere e lavorare - è stata molto interessante per noi.
Bernard ha trovato un luogo perfetto per il picnic vicino a un lago. Qui abbiamo fatto una merenda - naturalmente con il vino - e abbiamo profittato dell´ombra.
Invece nella città calda di Thiers (conosciuta per i suoi coltelli) - Bernard ha avuto l´idea di vedere l´abbazia di La Chaise-Dieu. Tutti pensavano che ne valeva la pena, perché qui è molto notevole la sala delle eco.

Durante il viaggio siamo passati alla città di Clermont-Ferrand - la capitale dell´ Auvergne - e potevamo ammirare in lontananza i «Puy» - i gobbi dei vulcani spenti. Nel frattempo anche la nostra banda cittadina di Bad Tölz era arrivata a Vichy.

Sabato 30 Giugno
siamo andati al municipio, dove potevamo sentire i concerti della banda di Bad Tölz e un gruppo di musica da Dumfermline in Scozia, un´altra città gemellata con Vichy, con zampogne e costumi tradizionali. Poi Bernard ci ha incontrato come rappresentante ufficiale della città di Vichy in Municipio. Durante il drink successivo abbiamo conosciuto gli scozzesi e abbiamo imparato che gli scozzesi per brindare non dicono «cheers» ma "slainte».

Il pomeriggio era a disposizione. La sera siamo andati al festival di musica nel Palazzetto dello Sport Pierre Coulon nel centro sportivo. Era sempre afoso e si annunciavano temporali. Poco prima dell´inizio della manifestazione quasi tutte le luci si sono spente all´improvviso. Bruno Besson e gli altri correvano per risolvere il problema. Dopo qualche tempo al buio hanno iniziato a suonare senza note tre bande: un gruppo da Ginevra (anche una città gemellata di Vichy), un gruppo musicale della flotta da Tolone e la nostra Banda di Bad Tölz. Poi è venuto un forte «Aaah» e improvvisamente le luci si sono accese e tutti i sei gruppi hanno suonato con passione. Doppo la mezzanotte finiva questa sera piena di sorprese. Gli amici di Bernard hanno accompagnato il nostro gruppo all´hotel.

Domenica primo Luglio è stata celebrata la santa messa nella chiesa di Saint-Louis, insieme con la nostra Banda. Si è detto che la Chiesa non è mai stata così piena. Nel pomeriggio la grande sfilata di tutti i gruppi di musica era avvenuta dal centro della citta alla casa di salute. Alcuni di noi sono andati prima al mercato coperto (aperto la domenica mattina) per comprare o mangiare qualcosa. Poi alcuni di noi sono tornati a Place de Gaulle presso l´ufficio postale per guardare la formazione dei gruppi musicali. «Speriamo che non piova!» ci veniva in mente. La prossima destinazione era la casa di salute, dove tutti i gruppi si sono incontrati di nuovo per suonare insieme.

E´ stato un buon finale! Dopo cena abbiamo dovuto fare i bagagli, perché il giorno dopo, Lunedi 2 Luglio, era già ora di partire.

Questo è stato un addio emozionante per Bernard e noi. A tutti noi il soggiorno a Vichy, la nostra citta gemellata, è piaciuto molto. Tutto è andato liscio, almeno per quelli che non erano responsabile. Abbiamo appreso che anche i francesi hanno dovuto aspettare pazientemente quando il nostro autobus stava bloccando la strada. Sono stati anche molto gentili quando abbiamo chiesto qualcosa, specialmente quando hanno saputo che eravamo tedeschi. Abbiamo veramente appreso che la parola «jumelage» significa sensibilità, gentilezza e sopratutto amicizia.

Au revoir - jusqu´à la prochaine fois!

Renate Polatzek
Traduzione di Marlies Jochner


 
 

»Nella terra dove fioriscono i limoni«

Viaggio di studio della Associazione per la promozione del gemellaggio Bad Tölz - Vichy - San Giuliano Terme e.V.´ a la cittá gemellata San Giuliano Terme - 22 giugno 2010

Descrizione del Viaggio

Il Viaggio di studio dell´anno 2010 della nostra associazione era non solo »nella terra dove fioriscono i limoni« - anche in terra »dove splende il sole«. 33 cittadini si sono avviati alla città gemellata in Toscana. Con noi erano anche i musicisti per archi di Greiling con arpista Rita Reiter.

Come di solito, quando siamo partiti con pullman pioveva. Il viaggio prosegue senza incidenti, così siamo arrivati piú di puntuale al nostro Hotel California a Madonna del Acqua - e come ordinato bel tempo ci riceva in Toscana!

Il giorno dopo siamo andati a trovare Pisa. La nostra guida Sabrina Lanzoni ha spiegato con spirito e fascino tutto de la sua città di nascita. Il tour includeva Battistero e Torre Pendente,Campo dei Miracoli e la tomba dell´imperatore tedesco Enrico VII nella Cattedrale e, naturalmente, il memoriale del patrono della cittá San Ranieri.

Cattedrale, il Battistero e la Cattedrale sono costruito in stile romanica Pisano-Lucchese. Qui, Galileo Galilei ha scoperto i suoi conoscence rivoluzionarie della caduta libera e sulla legge del pendolo. Gli artisti Pisano hanno creato le loro opere più note e ammirate come il pulpito.

La Piazza dei Cavalieri spostava il visitatore all´epoca dei Cavalieri di Santo Stefano. L´edificio monumentale in Piazza con i meravigliosi graffiti oggi è l´Università per gli studenti estremamente dotati. E´stata fondata dall´imperatore francese Napoleone I come una facoltà della Sorbona.
Dall´altra parte dell´Arno si potrebbe vedere la Chiesa di Santa Maria alla Spina e la Cittadella con la sua torre caratteristica.

Nel Parco Naturale di San Rossore si potrebbe avere un´idea di come la spiaggia dell´oceano e l´entroterra potrebbero apparire senza intervento umano. Una guida dell´Amministrazione del Parco ha spiegato le specifiche del magnifico parco naturale con grande impegno - prima era la proprietà della famiglia reale italiana. Siamo andati nel parco con un trenino - a volte un affare polveroso, soprattutto per il carrello posteriore.

Con una S. messa con molta gente del paese sulla croce di montagna della famiglia Lombardi si e conclusa questa giornata. Su richiesta di Romano Lombardo i cittadini di Bad Tölz insieme a Rita Reiter e ai musicisti cantavano una messa bavarese. Doppo, Romano invitava tutti gli ospiti italiani e bavarese a una cena meravigliosa.

Il giorno successivo c´era il ricevimento al sindaco Paolo Panattoni nella grande sala riunioni del municipio del comune di San Giuliano Terme - senz´altro il clou della giornata! Il sindaco ha spiegato l´importanza dei gemellaggi internazionali ed è stato soddisfatto con il sviluppo positivo della sua partnership con la comunità di Bad Tölz.

Assessore Dreisbach ha ringraziato per la ricezione da parte del sindaco. Martin Englert consegnava il nuovo libro su Bad Tölz (di Chr. Schnitzer) con traduzione italiano a Sindaco Panattoni.

Dalla tipica campagna toscana abbiamo guidato a Lajatico, dove abbiamo visitato la cantina di Alessandro Cecannti. Le strade laterali toscani non sono necessariamente adatti per un pullman tedesco, quindi il giro è stato un po ´avventuroso. Tuttavia, il nostro autista di autobus Daniel ha guidato con bravura!
Nel suo cortile Alessandro ha spiegato le peculiarità del suoi vino e la cultura delle sue vite - ha tradotto Bernardo Buschkötter, un tedesco che vive lì. Naturalmente abbiamo dovuto convincerci della qualità dei vini di produzione, tutti hanno fatto una degustazione molto volentieri! Verusca e Samanta, i figlie di Alessandro ci hanno presentati specialitá toscane, la banda di Greiling suonava musica oiena di slancio - era veramente un pomeriggio di sognare! Ma ben presto è arrivato il momento di andare via - la serata bavarese deve essere preparato!

Come sempre, Roberto de Angelis aveva organizzato il luogo di cacciatori a Agnano. Grazie all´aiuto di molti partecipanti i preparazioni avanzavano velocemente - fino a quel momento che abbiamo avvertito che abbiamo dimenticato le salsicce e il prosciutto nel frigo in albergo! Roberto rideva: »Come in Italia«, ha detto, e ha preso le cose che mancavano con macchina sua. Prima, abbiamo avuto paura, che Agnano è ancora un po remota da San Giuliano - ma un gran numero di amici di SGT sono venuti, insieme al secondo sindaco Yuri Sbrana. Gli ospiti erano entusiastici dalle specialità di Bad Tölz, e hanno naturalmente degustato la Birra di Reutberg. Così abbiamo avuto una bella serata a la moda die Bad Tölz in una calda notte d´estate in Toscana. Il nostro gruppo musicale come di solito suonava diligentemente.

Il Venerdì siamo andati per visitare la città di Firenze. Non potevamo uscire presto, perché l´autista di autobus ha dovuto fare la 12 ore di interruzione. Siamo arrivati a Firenze proprio a mezzogiorno con un grande ingorgo, ma abbiamo davvero incontrato la nostra guida alla stazione ferroviaria in Viale Strozzi. In primo luogo abbiamo visitato la Cappella dei Medici e Piazza del Duomo. La Cattedrale e il famoso David di Michelangelo sono stati ammirati da noi, così come la Fontana di Nettuno e di altre opere d´arte.
Siamo passato al Palazzo Vecchio (oggi municipio) è doppo agli Uffizi, e lungo l´Arno siamo finalmente venuti al Ponte Vecchio. Siamo stati informati sulla storia del ponte e abbiamo dato una occhiata a San Miniato.
Una grande onda ci ha inondato tutti i grandi opere d´arte. Probabilmente avrebbe bisogno di una settimana o più per vedere e digerire tutto. Cosi, Il viaggio di studio è pensato di servire come incentivo per approfondire le impressioni. Pertanto, molti partecipanti hanno accarezzato il grifo del cinghiale dietro la Loggia dei Lanzi - la promessa di tornare a Firenze.

Questo giorno, così ricca di impressioni, era conclusa con una cena deliziosa nella Villa Poschi a Pugnano a cui avevamo invitato dal comune di San Giuliano.

Sabato mattina, quindi c´era un sacco di tempo per riposare, per fare spese o fare un tuffo nella piscina dell´hotel. Poi siamo andati all´ultimo culmine del nostro viaggio di studio, l´escursione al Monte Castellare. Il Monte Castellare si trova nella riserva naturale dello stesso nome, il primo picco sud-est di montagna di San Giuliano, nell´area del Monte Pisano.

Da lontano, la Villa Bosniasky ci salutava sopra gli uliveti del paese. Dopo una salita di un ora su una pista roccioso raggiungevamo l´altopiano della Villa, dal secondo guerra mondiale purtroppo solo un rudere. La salita è stata veramente una bella esperienza, molti tipi di fiori ed erbe erano in piena fioritura, coronato da una vista mozzafiato sulla pianura fino a la Sardegna.

Anton Krettner avrebbe detto: »Non ci può essere qualcosa di più bello .. .«
Un pic-nic sul monte, che avevano preparato i nostri amici Pier Luigi, Roberto e Maurizio Giuseppe eccellente era il gran finale. Come fanno i nostri amici italiani, anche noi abbiamo fatto un pisolino.

Domenica scorsa siamo partiti presto, curiosi che cosa ci aspetta a casa. E lì che ci aspetta: pioggia, freddo, umiditá. Che bene che siamo stati in Toscana!

Così abbiamo portato ricordi preziosi di un viaggio di studio molto interessante, tante specialitá dalla Toscana - e per la maggior parte un raffredore grave!

 

Martin Englert

(trad. M. Jochner)

 
© 2004-2021 Städtepartnerschaftsverein Bad Tölz | Stati: 2015-07-13 | unbekannt unbekannt / unbekannt | Programmazione: Hohmann-EDV
Questo sito web utilizza i cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l´uso dei cookies.

OKCookieNotOkPiu Informazione...

I cookie sono piccoli frammenti di testo che vengono scambiati tra il browser e il server Web. Essi servono a migliorare la funzionalità di questo sito web. Ad esempio, questo avviso non apparirà più e più volte se siete su questo sito web e avete già acconsentito all´uso dei cookie. L´uso dei cookie può essere disattivato nel browser. Tuttavia, questo è a scapito della comodità di utilizzare questo sito web. Potete trovare informazioni su come disattivare l´uso dei cookie nel file di aiuto del vostro browser.